Mancano al giro cicloturistico della Toscana

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Trentuno edizioni di una manifestazione cicloturistica di “ Granfondo “ è sicuramente un bel traguardo, e quindi è logica conseguenza che, sia i vecchi organizzatori del G.C. Le Due Strade che i nuovi del Bicisporteam Firenze, si sentano orgogliosi del risultato ottenuto.

La storia di questa manifestazione nasce nel 1975 per merito di Enzo Scarselli, prematuramente scomparso nel Giugno 2016, e dei componenti del gruppo G.C.  Due Strade di Firenze, che si cimentarono nell’organizzazione di  raduni ciclistici, simili per chilometraggio a gare dilettantistiche ( circa 180 Km. ), fino ad  arrivare al 1980, quando prende il nome di Giro della Toscana.

In  quell’anno  viene varata la prima edizione con caratteristiche puramente cicloturistiche, quindi senza ordine d’arrivo , tempi di percorrenza e premiazioni individuali, ma con assistenza tecnica e alimentare lungo percorso ( il ristoro,  uno  solo in 180 chilometri…) e premiazioni  per società.

Nel corso degli  anni il percorso della  manifestazione ha abbracciato più province e zone della Toscana, solcando territori come il Chianti   il Mugello e il  Montalbano;  in alcuni anni si  è sviluppato interamente sul nostro Appennino, sia quello Mugellano che quello delle Foreste Casentinesi.

Gli arrivi erano sempre posti in prossimità della Casa del Popolo delle Due Strade, mentre le partenze inizialmente erano da Piazza della Signoria per poi essere trasferite al piazzale Michelangelo. Tutto questo fino all’edizione numero 19 del 1998 anno in cui finiva la gestione totale  del G.C. Due Strade ed iniziava la collaborazione  con il G.S. Bicisport Firenze. La nuova Società  porta l’organizzazione dell’evento in chiave agonistica  per due anni  ( 1999-2000) con partenza ed arrivo al Campo di Marte, sotto la torre di Maratona; è motivo di orgoglio aver pensato a quella location per l’arrivo,  che poi è stata ripresa addirittura per i  Mondiali su strada Professionisti che si sono svolti nel 2013.

In quel biennio  il Giro della Toscana si svolge con l’introduzione di varie novità, come la distribuzione del  pacco gara, il  rilevamento elettronico dei tempi di percorrenza ,  l’ordine d’arrivo e il pasta-party finale.

Abbiamo portato alla partenza oltre 1300 partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia, assicurando il rientro in città con un servizio d’ordine degno di una corsa di “professionisti – elite “ e con un pasta-party che ancora oggi la maggior parte degli  atleti  ricorda.

Poi  lungo stop fino al 2008, quando il Bicisporteam Firenze riorganizza il Giro  della Toscana in chiave moderna, e cioè con tutte le caratteristiche delle Granfondo agonistiche ma senza rilevamento dei tempi,  con   partenza cosiddetta alla “ francese “ e con costi d’iscrizione decisamente economici.

La prima edizione del Giro della Toscana “duepuntozero”  ha come location  il prestigioso Velodromo Enzo Sacchi delle Cascine di Firenze e 546 intrepidi cicloturisti affrontano il percorso come  era stato disegnato nel 1980 ma col suggestivo arrivo in pista.

Dall’anno successivo tutta la carovana organizzativa si sposta negli  impianti sportivi del Galluzzo  e nella nuova area feste da poco inaugurata.

L’ edizione numero 24 vede   726 iscritti,  quella successiva  954, mentre il picco  massimo è stato ottenuto nell’evento del 2012 con  1297 iscritti, anno in cui il Giro era prova di Campionato Italiano.

 Il Giro della Toscana ha trovato la sua  collocazione definitiva  presso il Centro sportivo del Galluzzo, sviluppando di anno in anno percorsi nuovi .

Questa località, che si trova in città ma ad un passo dall’uscita ,  offre la possibilità di raggiungere le nostre bellissime campagne in pochi chilometri: quelle campagne che negli ultimi decenni si sono riempite di turisti, di agriturismi e di aziende vinicole. Ed ecco che il Bicisporteam  ne approfitta  organizzando tutti  i  ristori in questi  luoghi  strategici  e con il fascino che solo la Toscana può donare ai visitatori.

Anche gli eventi collaterali che sono stati organizzati hanno sempre riscosso un buon successo: sono state organizzate maratone di spinning,  raccolte fondi a favore della sicurezza stradale e l’insegnamento dell’educazione stradale ai bambini, attraverso una gimkana sotto la Direzione del Corpo della Polizia Municipale. Questi eventi hanno tutti lo scopo di sensibilizzare le persone all’uso della bicicletta come mezzo di trasporto e di divertimento.

Per concludere: il Bicisporteam Firenze Società si è sempre impegnato a garantire la sicurezza dei partecipanti, dei propri volontari e di tutti coloro che gravitano intorno alla manifestazione, salvo trovarsi di fronte ad  eventi non controllabili tipo il fulmine a ciel sereno che lo scorso anno si è abbattuto  proprio vicino alla struttura…

Il Bicisporteam Firenze, ringraziando tutti coloro che gli hanno sempre dato fiducia, ribadisce che l’obiettivo della Società    è sempre stato (e sempre sarà) quello di MIGLIORARSI, la  speranza è quella di RIUSCIRCI.

Video del percorso di granfondo

effettuato dai nostri atleti

 

 Sponsor principale

Main sponsor

Ristori offerti da

Sponsor della manifestazione